Seguici su

Vai menu di sezione

Programma di governo

DOCUMENTO PROGRAMMATICO DEGLI INDIRIZZI GENERALI DI GOVERNO

AMMINISTRAZIONE COMUNALE 2019 – 2025

PREMESSA

Negli ultimi anni la nostra Comunità ha vissuto momenti di profonda difficoltà sfociati in un clima ruvido ed infruttifero. Un contesto che, alla fine, ha impoverito tutti ma soprattutto ha indebolito la nostra socialità, il nostro spirito e la nostra rispettabilità di territorio. Abbiamo perso la tradizione di Comunità aperta, generosa, volta all’innovazione e specialmente di autonomia nelle decisioni e nella pianificazione.

Le elezioni del 26 maggio consegnano alla coalizione che ho l’onore di rappresentare il compito di amministrare il Comune di Folgaria per i prossimi sei anni. Un mandato pieno e che segue una campagna elettorale seria, rispettosa e di grande partecipazione dei cittadini come testimoniano i dati dell’affluenza alle urne.  Un mandato amministrativo che dovrà porre quale primo obiettivo il superamento delle divisioni e del clima litigioso che abbiamo conosciuto in questi anni. Per questo voglio spendere le mie prime parole in Consiglio Comunale per salutare tutti i Consiglieri di maggioranza e di minoranza augurando loro un proficuo lavoro ed in particolare per garantire l’impegno mio personale, della Giunta e di tutta la maggioranza nel coinvolgere il Consiglio tutto nelle principali tematiche che riguarderanno questo percorso amministrativo. Con ruoli e responsabilità diverse ma con obiettivi comuni abbiamo l’arduo compito di guardare con fiducia al futuro e di ricostruire la credibilità e lo sviluppo di questa Comunità. Ripartiamo insieme dall’impegno di assicurare al Comune di Folgaria il ruolo di ente super partes e l’apertura incondizionata alla sua popolazione con un recupero dei valori fondamentali sanciti dal nostro Statuto Comunale.

Nel proporre un programma di lavoro in questo particolare momento storico di Folgaria e degli Altipiani si deve tener ben presente il contesto di questi ultimi anni, della congiuntura economica generale e delle difficoltà che la pubblica amministrazione anche locale sta vivendo. Voglio quindi ringraziare sentitamente il dott. Marco Viola, commissario straordinario del Comune di Folgaria dal 12 ottobre 2018 al 26 maggio 2019. Il Commissario ha ricoperto il ruolo aspro e difficile di traghettare una Comunità smarrita verso le elezioni non limitandosi alle funzioni tecniche ma prendendosi cura del Municipio e dei Folgaretani. Voglio portare quindi in questa seduta del Consiglio i saluti del dott. Marco Viola impossibilitato a partecipare e che credo unanimemente il Consiglio voglia contraccambiare con un plauso.

A Folgaria i solchi di questi ultimi anni sono ancora profondi a causa di scelte discutibili del passato ed avvenimenti straordinari. Per questi motivi, amministreremo la Comunità avendo ben chiaro che sarà un lavoro impegnativo e tutt’altro che scontato. Entriamo in Comune con molto rispetto e senza presunzione. Saremo un'amministrazione vicina ai cittadini e con un Consiglio comunale qualificato. Tuttavia, non siamo stati eletti per gestire l’ordinaria amministrazione, anche se su questo tema ci sarà molto lavoro da fare, ma per avviare una nuova stagione di sviluppo di questo territorio che riparta dalla gente, dai suoi Paesi e che consenta a tutti di esprimersi e realizzarsi. Il mio impegno personale sarà pieno ed insieme lavoreremo per portare Folgaria tra i Comuni più virtuosi del Trentino e tra le Comunità dove si vive e si costruisce un solido futuro.

POLITICHE A SOSTENGNO DELLA Socialità, della famiglia e della scuola

La centralità dell’individuo è alla base della nostra visione di Comunità. Il nuovo corso di questo territorio dovrà instaurarsi proprio sulla forza della nostra coesione sociale e della qualità della vita. Per essere attrattivi con i nostri giovani, per agevolare le famiglie di oggi e di domani, per essere vicini ai nostri anziani, l’insieme delle politiche sociali, culturali, scolastiche e lavorative dovranno essere la nostra chiave di competitività ed oggetto di un importante progetto di sinergia e valorizzazione. Il nostro impegno per punti:

Giovani

  1. Proposte per i giovani, affinché conoscano e apprezzino il luogo in cui vivono, rimanendo ancorati alle proprie origini, ma con uno sguardo sempre aperto e consapevole verso il mondo. Promuoveremo percorsi di orientamento scolastico ed universitario nonché iniziative all’estero che abbiano come obiettivo quello di avere giovani formati, internazionali ma che intendano investire qui il loro futuro. Particolare attenzione all’agricoltura di montagna ed ai lavori di nuova generazione con specifico riferimento al mondo digitale e tecnologico;
  2. Coinvolgimento del giovane anche nella sua fase preadolescenziale con iniziative come la creazione di un “Centro di aggregazione giovanile” quale punto di riferimento per l’organizzazione di azioni rivolte ai giovani. Istituzione della “Consulta dei Giovani” per un loro coinvolgimento diretto nell’amministrazione della Comunità e di uno “sportello giovane” con l’obiettivo di fornire strumenti, informazioni e consigli in ordine alle più importanti tematiche d’interesse giovanile. Messa a disposizione di spazi aperti, quali campetti da calcio ed aree sportive, ai giovani residenti, anche nei periodi di maggiore affluenza turistica;
  3. Partecipazione attiva al Piano Giovani di Zona degli Altipiani Cimbri al fine di proporre veri e propri programmi mirati alla crescita sana e consapevole dei nostri ragazzi anche con riguardo ad alcuni temi scomodi ma centrali come il prevenire le varie forme di dipendenza;

Famiglie

  1. Contrasto all’abbandono del territorio con politiche di sostegno alle famiglie che scelgono di rimanere o di venire a vivere sul territorio con un’attenta pianificazione territoriale in ordine alla prima casa, ai servizi per i nuovi genitori come i percorsi di preparazione alla nascita, l’omaggio contributo al nuovo nato, la creazione dell’"Albo delle babysitter locali”;
  2. Alto livello dei servizi per la prima infanzia come i Nidi e le scuole materne con l’impegno per il mantenimento e valorizzazione della scuola dell'infanzia di Nosellari. Sostegno del Comune nel colmare la differenza di opportunità con la città, con programmi culturali ed iniziative che abbracciano a tutto tondo il ciclo di vita famigliare;
  3. Particolare collaborazione con la Comunità di Valle e la Provincia sul tema del lavoro e degli ammortizzatori sociali che costituiscono la base del sostentamento famigliare;

Volontariato e Protezione Civile

  1. Collaborazione e sostegno al volontariato e all’associazionismo locale che contribuiscono in maniera insostituibile alla gestione e valorizzazione del nostro territorio. L’amministrazione sarà sempre vicina a questi sodalizi garantendo risorse e supporto tecnico-amministrativo al fine di realizzare i progetti più importanti e sentiti;
  2. Lavoro sinergico con la Protezione civile locale al fine di garantire sempre il miglior presidio e la sicurezza del nostro territorio con un occhio di riguardo ai progetti umanitari e di solidarietà. Impegno nel sostenere con ogni strumento l’alto livello dei servizi di soccorso ed emergenza nonché nell’approntamento di sedi idonee.
  3. Presidio e monitoraggio dei servizi sanitari con particolare riferimento al mantenimento degli stessi sul territorio in collaborazione con la Comunità di Valle e l’Azienda sanitaria;

Terza età, anziani e diversamente abili

  1. Sostegno ai servizi alla persona per una comunità più inclusiva e moderna con la stretta collaborazione dell’APSP Casa Laner, dell’Università della terza età e di tutte le associazioni di settore come i Circoli Anziani;
  2. Programma di lavoro nel campo della terza età proponendo iniziative come l’“Albo dei volontari di frazione”: persone che si rendono disponibili per aiutare l'anziano solo e bisognoso di aiuto in particolari situazioni. Proposta di creare l’“Albo badanti e assistenti agli anziani”. Coinvolgimento degli anziani nelle iniziative sociali, volte ai giovani e alle famiglie;
  3. Continuo lavoro nell’aggiornare gli edifici pubblici nonché i percorsi sul territorio rendendoli accessibili alle persone diversamente abili;

Istruzione e cultura

  1. Attenzione e dialogo constante con il mondo della scuola per una scuola di eccellenza, sostenendo laboratori didattici legati alle nuove tecnologie, spazi e strumenti qualificati per la formazione mantenendo saldo il rapporto con il mondo dell’innovazione e dell’alta formazione.
  2. Valorizzazione del nostro patrimonio storico e culturale che oggi giace nel completo abbandono salvo qualche eccellenza. Particolare attenzione sarà riservata per Base Tuono,  Maso Spilzi, i forti della Prima Guerra Mondiale, la rete dei Mulini e dei percorsi etnografici. Nuovo impulso alla nostra biblioteca che avrà un ruolo fondamentale nella proposta di un programma di eventi ed iniziative culturali moderno e di ampio respiro;
  3. Adesione locale a iniziative culturali promosse a livello provinciale o nazionale, recuperando il respiro internazionale, altruista e solidaristico che ha sempre avuto la nostra Comunità.

PIANIFICAZIONE TERRITORIALE, URBANISTICA E AMBIENTE

La pianificazione della gestione del territorio, delle sue risorse e potenzialità, rappresenta il contesto nel quale la comunità vive, lavora, produce. Ogni progetto, previsione, azione deve necessariamente trovare un’esplicazione urbanistico-ambientale a maggior ragione in montagna. Il nostro territorio da questo punto di vista ci mette di fronte a notevoli sfide, dalla ricomposizione paesaggistica e architettonica di tanti progetti realizzati in passato, allo sviluppo di un’efficace politica di tutela ambientale e di risparmio energetico, dalla necessità di creare nuovo sviluppo alla gestione efficiente dei servizi pubblici, dalla frammentazione dei nostri centri abitati ad un piano di sviluppo che rinnovi opportunità e fiducia. La nostra economia si fonda sul nostro ambiente e nella nostra capacità di tutelarlo e proporlo. La sfida dei prossimi anni sarà quella di rigenerare questo territorio che nella sua operosità ha talvolta perso di vista la manutenzione e conservazione. Per questo, il nostro territorio senza rinunciare all’ambizione, dovrà maggiormente fare i conti con la misura del proprio passo.

Il Piano di sviluppo generale di ampio respiro

  1. Avvio di un nuovo progetto di sviluppo territoriale che sappia coniugare socialità ed economia con il principale obiettivo di considerare tutto il territorio, nessuno indietro. Questo piano non dovrà essere solo il progetto dell’Amministrazione Comunale ma dovrà essere molto condiviso e fatto proprio dalla cittadinanza. Con serietà e saggezza ripensiamo alle strategie per questa comunità. Quattro ambiti omogenei sui quali intervenire con azioni mirate. In particolare, ogni paese dovrà vedere rilanciate le proprie caratteristiche principali sia in termini urbanistici-ambientali che culturali-turistici. In sintesi:
  • Ambito Oltresommo: si propone di lavorare sull’asse Passo Sommo-Lago di Lavarone con la valorizzazione dei centri abitati in termini di riqualificazione architettonica ed arredo urbano nonché l’introduzione di un vero progetto di turismo alternativo che prevedrà investimenti nella creazione e valorizzazione di sentieri tematici, sostegno allo sviluppo dell’agricoltura di montagna, percorsi bike ed una rete di siti storico-culturali ed ambientali di pregio. Sostegno alla nascita dell’albergo diffuso per recuperare patrimonio edilizio e reddittività. La nostra amministrazione comunale chiederà alla Provincia la modifica del PUP per consentire lo sviluppo del Cornetto in termini turistici e di mobilità;
  • Ambito Costa-Folgaria-Serrada: realizzazione anello ciclopedonale, riordino della zona di Costa con particolare riferimento al traffico, alla mobilità turistica e sistema dei parcheggi nonché delle aree sportive e parchi gioco. Folgaria capoluogo e centro dei servizi, necessità di riordinare architettonicamente il paese sia in termini di arredo che di edifici, piano parcheggi e regolamentazione del traffico. Piazza San Lorenzo arredo urbano e realizzazione parcheggi di attestamento. Zona ApT- Piazza Marconi realizzazione parcheggio interrato e modifica della viabilità. Zona Villa realizzazione parcheggi e viabilità che prolunghi la ZTL. A Serrada nuovo impulso alle potenzialità turistiche soprattutto estive con qualificazione del centro sportivo e del centro storico;
  • Ambito Valle del Rosspach: proponiamo di lavorare sulla qualità del vivere e dei servizi. Questi paesi possono beneficiare della posizione strategica a metà strada tra i servizi e le opportunità della montagna. Sarà necessario un piano di azione deciso nella pulizia e manutenzione del territorio, sia in termini urbanistici che ambientali, partendo dal recupero dei sentieri ed itinerari con particolare riferimento al Rosspach, al collegamento con Castel Beseno ed ai principali siti di interesse come i mulini, i terrazzamenti, la cascata ed i murales di Guardia. Proponiamo inoltre un piano straordinario d’investimento sui servizi pubblici del ciclo dell’acqua e della viabilità;
  • Ambito Folgaria-Passo Coe: necessità di mitigare l’impatto delle infrastrutture invernali, riordino delle zone di attestamento, mobilità turistica verso la zona di Coe, collegamento con la ciclopedonale;

Ambiente e sostenibilità

  1. Azione coordinata del Comune nelle politiche volte alla sostenibilità con la messa in campo di iniziative per formare – orientare il comportamento consapevole dei cittadini e dei turisti. Nuovo impegno alla raccolta differenziata con individuazione di metodi e buone pratiche che possano migliorare gli attuali indici insoddisfacenti. Continuo impegno nell’utilizzo delle migliori tecnologie per il risparmio energetico e risorse rinnovabili. Meticolosa attenzione al ciclo dell’acqua con particolare riferimento allo stato dell’arte del nostro acquedotto nonché alla gestione delle acque superficiali e di scorrimento;
  2. Piano straordinario di ripristino dei boschi: azioni di pulizia e recupero legname per gestire il post emergenza della tempesta Vaia (perturbazione ottobre 2018);
  3. Progetto di recupero architettonico e paesaggistico del territorio. Intere porzioni di centri abitati che necessitano interventi pubblici di sistemazione architettonica, aree di servizio alle infrastrutture come parcheggi impianti di risalita, strutture pubbliche in evidente stato di mancata manutenzione, aree con funzione solo stagionale. Interventi di manutenzione straordinaria del verde pubblico, delle strade forestali e dei sentieri. Pulizia delle aree marginali del bosco attorno ai paesi e riapertura dei punti d’osservazione paesaggistica con tagli mirati della vegetazione.

Mobilità, parcheggi e traffico

  1. Revisione dell’attuale sistema di mobilità pubblica e turistica richiedendo alla Provincia di investire in mezzi moderni, sostenibili e maggiormente adatti alle nostre esigenze. Necessitiamo di frequenza dei collegamenti e di colmare il gap con i servizi di altri territori;
  2. Contrari allo sviluppo della Valdastico Nord rilanciando la necessità impellente di aprire una nuova stagione di investimenti sui collegamenti verso il fondo valle sia in termini di miglioramento delle strade che in termini di collegamenti più innovativi ed efficienti tramite impianti a fune. Azioni per limitare il transito di autotreni ed autoarticolati sulle strade di collegamento con il fondo valle;
  3. Piano parcheggi e mobilità interna alla comunità al fine di regolare il traffico nel centro di Folgaria ed efficientare la distribuzione del traffico nelle giornate di punta lungo il nostro territorio verso i poli attrattivi come gli impianti di risalita.

Turismo

  1. Valorizzazione della potenzialità turistica di tutti gli ambiti del territorio con formule di vacanza attiva, forme di ricettività alternative legate anche all’agroalimentare e alle tipicità locali con particolare riferimento alle aree dell’Oltresommo e del Rosspach che per le loro caratteristiche possono essere complementari al turismo tradizionale. Azioni efficaci e di supporto al mondo dell’ospitalità alberghiera – extra alberghiera e della ristorazione;
  2. Conferma del prodotto invernale con il completamento delle infrastrutture necessarie ad assicurare competitività del prodotto. Nuova progettualità per lo sci di fondo a Passo Coe. Forte impulso e sviluppo della proposta estiva. Creazione di nuove aree divertimento e attenzione a sentieri tematici e interattivi. Sviluppo e lancio del prodotto bike. Completamento della Ciclopedonale Asiago-Folgaria;
  3. Piano mirato alla tutela e allo sviluppo del settore commerciale, consapevoli dell’importanza che i negozi rivestono per la cittadinanza e nel prodotto turistico. L’amministrazione Comunale, d’intesa con l’associazione di categoria, APT e Provincia, proporrà un piano di investimenti nel settore commerciale in termini di formazione, marketing e prodotto. Urge la sistemazione del centro di Folgaria sia in termini di parcheggi e del traffico nonché dell’arredo urbano, datato ed obsoleto.

Agricoltura, Artigianato, imprenditorialità

  1. Potenziamento della filiera agroalimentare che in questi anni ha vissuto un’inversione di tendenza promettente. Supporto al recupero di antiche varietà di sementi autoctone e/o rare e alla loro coltivazione nell’ottica di recuperare terreno incolto e creare opportunità lavorative. Supporto a iniziative riferenti al campo dell’agricoltura in abbinata al mondo del turismo (fattorie e laboratori didattici);
  2. Creazione di un contesto favorevole alla crescita e all’operatività delle aziende artigiane con impegno dell’amministrazione a mantenere sul territorio buona parte delle commesse pubbliche fermo restando il rispetto delle procedure;
  3. Sostegno alle imprese con particolare riferimento alla nuova imprenditorialità volta alla differenziazione della nostra economia. Parte attiva dell’amministrazione comunale nel creare assieme a Trentino Sviluppo spazi pubblici a disposizione delle nuove aziende/startup a prezzi calmierati con obbiettivo di agevolare il coworking;

Istituzioni e Pubblica Amministrazione

  1. Forte collaborazione con i Comuni di Lavarone e Luserna/Lusérn sui programmi di sviluppo e nella gestione del territorio. Urgente la riorganizzazione dei servizi pubblici al cittadino in forte difficoltà a seguito del progetto gestioni associate che non sta dando i risultati sperati. Promozione della “Carta dei Servizi”, strumento di comunicazione volto a implementare l’efficientamento della spesa e della qualità dei servizi pubblici erogati con particolare riferimento ai servizi digitali e di supporto a coloro che non hanno accesso al mondo dell’informatica;
  2. Rapporti forti e collaborativi su varie tematiche con i territori limitrofi come Terragnolo, Calliano, Altopiano della Vigolana, Asiago, Tonezza ecc. al fine di creare opportunità più ampie sia in termini sociali che economici.
  3. Amministrazione trasparente ed equilibrata. Garanzia di un Municipio super partes.

Codice deontologico dell’Amministrazione

  1. Rinuncia a rimborsi spese della Giunta per missioni nel territorio della Provincia Autonoma di Trento;
  2. Disponibilità del Sindaco e degli assessori con strutturazione puntuale degli appuntamenti e con riunioni periodiche sul territorio. Presenza sul territorio degli Assessori;
  3. Rapporto trasparente con i cittadini, tenendo aggiornato il sito web, creando una newsletter e riproponendo il Folgaria Notizie come strumento collante tra l’Amministrazione e il cittadino.

Gestione e controllo oculato degli appalti e dei servizi rivolti ai cittadini (pulizia delle strade, isole ecologiche, sgombero neve ecc.). Garanzia dei servizi primari in tutto il territorio;

torna all'inizio del contenuto
Pagina pubblicata Giovedì, 04 Dicembre 2014 - Ultima modifica: Mercoledì, 14 Agosto 2019

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto